Wilhelm Conrad Röntgen e la scoperta dei raggi X

L’annuncio di questa scoperta fu dato il 5 gennaio 1896. A Röntgen fu assegnata la laurea onoraria di dottore in medicina dall’Università di Würzburg. Mentre stava sperimentando una delle prime valvole termoioniche conosciuta come tubo di Crook. Non appena i raggi catodici del tubo colpirono il fondo, Röntgen si accorse che si sprigionava un tipo di radiazione che era in grado di penetrare la materia. Allora chiamò sua moglie, Anna Bertha Ludwig, nel laboratorio e le fece tenere ferma la mano tra il tubo e la lastra. L’immagine che si formò sul foglio fu allo stesso tempo inquietante e bellissima: era la fotografia dello scheletro, con tanto di fede all’anulare. La carne, evidentemente più permeabile ai raggi, era visibile come una lieve penombra. Questo fu il primo röntgenogramma. E anche, per dirla come la diremmo oggi, la prima radiografia della storia. Sul momento, Röntgen chiamò questa emissione raggi X, dove X stava a significare “ non ho idea di che roba sia”, in attesa di poter dar loro un nome sensato. Non voleva in alcun modo che prendessero il suo, di nome (cosa che comunque poi accadde, almeno per un certo periodo) e si rifiutò anche di brevettare la scoperta, per renderla invece completamente pubblica. Per i suoi raggi gli venne conferito il Premio Nobel per la Fisica nel 1901.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento. La tua opinione è importante.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...