JAN VERMEER (1632-1675)

Questo slideshow richiede JavaScript.

Della vita di Vermeer si conosce molto poco: le uniche fonti sono alcuni registri, pochi documenti ufficiali e commenti di altri artisti. Vermeer era in grado di ottenere colori trasparenti applicando sulle tele il colore a punti piccoli e ravvicinati, tecnica nota come pointillé. La sua tecnica punta ad una resa più vivida possibile, con effetti, soprattutto di colore, che egli ricerca con un interesse quasi scientifico, considerando il soggetto una sorta di espediente: “le pitture di Vermeer sono vere nature morte con esseri umani”.

Nelle opere di Vermer i colori dominanti sono il blu e il giallo. È noto anche come il maestro della luce olandese. Sembra che dopo l’avanzata del terreno bonificato, il colore del cielo olandese sia cambiato perché la luce non è più riflessa verso l’alto dalle paludi e dai laghi. La mitica luce olandese può essere apprezzata solo nei dipinti antichi.

Un pensiero su “JAN VERMEER (1632-1675)

Lascia un commento. La tua opinione è importante.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...