L’OVRA di Grillo.

Le sue iniziative somigliano molto  a quelli della polizia politica fascista: schedare tutti quelli “contro”.

grillo

 Dopo l’autarchia come  soluzione definitiva adesso, addirittura,  le schedature dei giornalisti. Puzza molto di regime dittatoriale. Non posso credere che è quello che desidera chi lo ha votato. Non posso e non voglio crederlo. L’Italia, anche nel baratro, rimane un Paese democratico.Vile, corrotto, ipocrita ma democratico. 

8 pensieri su “L’OVRA di Grillo.

  1. Dispiace. Ci sono aspetti del M5S che mi attirano, ma troppi insulti e poca coerenza. Mi sembra un insieme di tante idee diverse tenute assieme dalla delusione per la politica corrente e dalla capacità di trascinamento di Grillo. Quella di bollare individualmente i giornalisti “cattivi” è poi la peggiore idea: spero che si sia trattato di uno sbaglio e non dell’indice di dove i leader (Grillo e Casaleggio) vogliono condurre il movimento.

  2. Con molta serenità vorrei dirti che di veramente inquietante, in questo Paese, c’è la stampa, di qualsiasi colore sia (sì, in effetti manca una stampa indipendente). E mi inquieta parecchio quando, col gioco del “taglia-cuci”, sminuisce e manipola gli interventi, le iniziative, le manifestazioni, ecc. Ho letto l’articolo di Oppo e tutto mi pare, tranne che un articolo di informazione. Ma niente di strano, tuttavia; siamo in Italia.

    1. Ciao Stelio, innanzitutto grazie per il tuo intervento ma soprattutto per la parola serenità, per oggi mi bastano gli insulti subiti.
      1) io e te non siamo stampa ma liberi pensatori indipendenti.
      2) ricorderai che sono morti i nostri nonni per l’art.21. Ed io stesso farò di tutto per difenderlo.
      3) che il giornale di Stalin “Pravda” significa verità, quella del dittatore però.
      4) l’Italia è anche il paese di Grillo, italiano che ha cambiato opinione anche insultando,modificando e manipolando le informazioni.
      PER TUTTO QUESTO CONCLUDO CON VOLTAIRE: «DISAPPROVO QUELLO CHE DITE, MA DIFENDERÒ FINO ALLA MORTE IL VOSTRO DIRITTO DI DIRLO».
      GRILLO NON SA IN QUALE “DERIVA” PERICOLOSA STA PORTANDO IL MOVIMENTO. PECCATO L’INCIPIT POTEVA ESSERE BUONO.

  3. Grillo adopera dei semplici principi di sociologia, in base ai quali per tenere unita una massa è necessario indirizzare l’attenzione contro un nemico esterno. È successo nella storia, succede anche oggigiorno. Berlusconi ci ha campato 20 anni (e vi campa ancora) con lo spauracchio del bolscevismo, lo ha fatto anche la sinistra con Berlusconi (tranne quando sarebbe stato veramente giusto e necessario farlo!), lo fa Grillo.

    Penso che le persone dotate di buon senso dovrebbero rendersi conto che simili atteggiamenti dialettici non siano il massimo della sintesi politica razionale. Ma il problema è: siamo un Paese dotato di buon senso?

Lascia un commento. La tua opinione è importante.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...