Piero Gobetti leader della Rivoluzione Liberale

Pochi personaggi sono riusciti a lasciare un segno così profondo nella cultura italiana del Novecento come Piero Gobetti. Un ragazzo di 25 anni, perseguitato e aggredito perché ritenuto da Mussolini più pericoloso di tanti avversari politici. Esponente della sinistra liberale progressista, estimatore di Antonio Gramsci, si avvicina al proletariato torinese, divenendo attivo antifascista.La sua morte però non è riuscita a cancellarne le parole, ancora oggi vive nella cultura del nostro tempo. Nel settembre del 1925 viene aggredito e duramente percosso da squadristi fascisti, e per questo si vede costretto a emigrare in Francia dove morì nel 1926.

PieroGobetti

 “Gobetti – sottolinea lo storico Emilio Gentile – era un liberale che vedeva nella rivoluzione bolscevica il compimento del suo credo politico; il fascismo come autobiografia della nazione”. Nel 1918 a Torino Piero Gobetti fonda la sua prima rivista, Energie Nove per portare una ventata innovativa nel dibattito culturale italiano e quando nel ‘22 esce il primo numero de La Rivoluzione liberale, il compito che si prefigge la rivista, alla quale collaborano tra gli altri Amendola, Sturzo e Gramsci, è quello di formare una nuova classe politica. Mussolini in un telegramma al Prefetto di Torino chiede di vigilare e di essere informato per “rendere la vita difficile” a Piero Gobetti, oppositore del governo e del fascismo.

2 pensieri su “Piero Gobetti leader della Rivoluzione Liberale

  1. non sono molto preparato, le mie conoscenze su Gobetti sono ristrette a poche letture e a qualche riflessione personale. Sono certo che si presenta come un intellettuale che rivoluziona il signigficato e il senso liberale, purtroppo, oggi tradotto in liberismo dalla maggior parte di chi vota a destra. Comunque nessuna somiglianza con chi anni fa aveva parlato di rivoluzione liberale , forse senza conoscerne neanche il significato (per intenderci il sig. berlusconi).

    1. Innanzitutto la mia totale stima per come hai impostato il commento, suppongo proiezione di quello che sei come persona. E’ vero che spesso si cade in profonda confusione tra i termini e le loro accezioni negative: Liberale – Liberista – Libertario – Libertino.E c’è chi,come il signore suddetto, ne sintetizza tre dando vita a una sua personale visione che si chiama ” facciamo un po quello che cazzo ci pare”.

Lascia un commento. La tua opinione è importante.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...