Droga: cartelli pubblicitari dal passato. Tutto vero!

Eroina. Agli inizi del 1900 la BAYER iniziò una campagna pubblicitaria per l’eroina lodandone enfaticamente il prodotto. Non c’era malattia per la quale non fosse raccomandata: sclerosi multipla, asma, cancro dello stomaco, epilessia, schizofrenia e molte altre. Si sosteneva che l’eroina fosse efficace anche contro le coliche intestinali dei bambini.

1933-1955. Questa famosa bibita conteneva tra i vari additivi anche il LITIO, conosciutissimo farmaco indicato ed usato nel trattamento del disturbo bipolare, depressivo nonché come stabilizzatore dell’umore.

Negli anni che precedettero il proibizionismo, le tinture di Cannabis venivano comunemente vendute nella drogheria dietro l’angolo.Era un’epoca in cui le industrie farmaceutiche statunitensi sfornavano ogni anno 30 tonnellate d’erba e la tintura di Cannabis Sativa L. veniva applicata nel trattamento di calli, vescica irritabile e per la disintossicazione da dipendenza da oppio.

Gocce di cocaina contro il mal di denti.

Loxapac è un tipico farmaco antipsicotico, utilizzato principalmente nel trattamento della schizofrenia.

Talidomide Distaval. Sedativo e ipnotico, comunemente usato in Europa nei primi anni del 1960,  causava gravi anomalie congenite nel feto, in particolare amelia e focomelia, quando assunto durante la gravidanza.

Compazine proclorperazina. PROCLORPERAZINA aiuta a controllare la nausea grave e il vomito. Il farmaco viene anche usato nel trattamento della schizofrenia. Viene usato anche in pazienti affetti d’ansia. Effetti collaterali: sedazione e sonnolenza, irrequietezza, insonnia, euforia, agitazione psicomotoria e depressione dell’umore.

9 pensieri su “Droga: cartelli pubblicitari dal passato. Tutto vero!

    1. Tolleranza, assuefazione e dipendenza sono i tre parametri scientificamente tenuti i considerazione nel definire le droghe pesanti. Se ci fai caso si verificano con l’uso di molti cosiddetti farmaci. In questi casi mi vengono in mente due persone: Noam Chomsky e Theodor Adorno. Manipolazione e sfruttamento delle masse ad opera del Dio Mercato. Ciao Penelope.

      1. hai ragione. Sia Chomsky che Adorno li conosco bene perchè li ho molto studiati. Prima mi sono laureata in pedagogia , poi mi sono riscritta a psicologia e ho anche preso la specializzazione in psicoterapia comportamentale cognitivista Quattro anni trascorsi all’Istituto Skinner di Roma E non solo presso il magistero ho frequentato anche il Corso di Consigliere pedagogico per tre anni: Tutto questo l’ho fatto perchè sono stata per 14 anni insegnante di sostegno alle elementari ed ho avuto anche diversi casi di Autismo ed un anno per intero sono stata anche al reparto neurologico pediatrico a Via dei Sabelli di Roma E lì avuto esperienze di bambini e adolescenti epilettici Ho sempre cercato di aiutare le persone in difficoltà con ‘amore e sopratutto con il calore umano: Comunque ho preferito di più svolgere la professione d’insegnante ed ho insegnato in ogni ordine di scuola dalle elementari alle scuole superiori e sono rimasta sempre dell’idea che dei psicofarmaci meno uso si fa e meglio si sta.Potevo forse guadagnare molto come psicoterapeuta ma ho preferito insegnare lettere, e sopratutto storia e filosofia ed educazione civica e scrivere fiabe, poesie e novelle. Vedo nella foto un bambino spero tanto che mia figlia si decida per il nipotino: io mi sono sposata giovanissima . ma oggi sono altri tempi… Penelope

    1. Ricerca, attendibilità, profondità, accuratezza sono le caratteristiche dei tuoi post, molto più interessanti dei miei. E non è paraculaggine o scambio di complimenti. Dico sul serio!

Lascia un commento. La tua opinione è importante.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...