Sindrome da selfie: origine e sintomi

Foto a tutti i costi 

bad-timing-selfies-0

 

Premessa

Per sindrome narcisistica di personalità si intende un quadro pervasivo di grandiosità (nella fantasia o nel comportamento). Necessità di ammirazione e mancanza di empatia, che compare entro la prima età adulta ed è presente in una varietà di contesti.

Il soggetto:

– ha un senso grandioso di importanza;

– è assorbito da fantasie di illimitati successo, potere, fascino, bellezza, e di amore ideale;

– crede di essere “ speciale ” e unico;

– richiede eccessiva ammirazione;

– ha la sensazione che tutto gli sia dovuto;

– tende a mostrarsi affascinante, imprevedibile e seduttivo

– non accetta le critiche a cui reagisce con veemenza

bad-timing-selfies-2 bad-timing-selfies-3 bad-timing-selfies-4 bad-timing-selfies-6 bad-timing-selfies-1 bad-timing-selfies-8 bad-timing-selfies-11 bad-timing-selfies-12 bad-timing-selfies-15 bad-timing-selfies-21 bad-timing-selfies-22 bad-timing-selfies-23 bad-timing-selfies-24

Gli studi (http://www.bestcomputerscienceschools.net/selfies) condotti sul legame esistente tra narcisismo ed i comuni  comportamenti tenuti sui social media(SM) come ad esempio  il selfie (definito dall’Oxford Dictionary come: “una fotografia che una persona ha fatto di se stessa, normalmente con uno smartphone o una webcam, e poi ha pubblicato su uno dei social media”),  gli aggiornamenti di stato, i post e i commenti mostrano che:

  • Le persone che utilizzano di più i social media comeFacebook , sono anche le stesse che tendono maggiormente a ricevere diagnosi di disturbo narcisistico di personalità o a soffrire di insicurezza
  • Quelli con i  più alti punteggi nelle scale di valutazione del narcisismo, sono proprio coloro che aggiornano frequentemente il proprio stato, postano fotografie di sé e pubblicano frasi finalizzate a glorificarli (su un campione di users dai 18-25 anni valutato tramite il Narcissism Personality Inventory ed il Rosenberg Self-Esteem Scale).

11 pensieri su “Sindrome da selfie: origine e sintomi

    1. Preoccupante..si! Probabilmente Mcluhan quando teorizzava il concetto di “villaggio globale” non immaginava neanche lontanamente le conseguenze distorte e disastrose del “bisogno” di condivisione.

      1. “Bisogno” tra virgolette è giusto, visto che qui, più che altro, si palesano patologie psichiatriche fin’ora inespresse… Grazie per aver condiviso…

  1. rido per non piangere. E aggiungo che ho scoperto l’esistenza del selfiepod, cioè una specie di prolungamento del braccio alla ispettore gadget per farsi delle selfie ancora più “fiche”.

Lascia un commento. La tua opinione è importante.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...